E’ come andare in bicicletta…


 

cfb6a65d37ebc8c1564ccf6caa814338

Sono quasi 2 anni che non scrivo qui, eppure non mi sembrerebbe…

Sono cambiate un sacco di cose.

Il mio Amore per la Passera quello no, anzi, semmai è aumentato.

Sto di nuovo stabilmente con una persona e mi ci sono messa poco più di un mese dopo dell’ultimo post che ho pubblicato qui.

Lavoro, Famiglia, Sport, Amore, Sesso (finalmente TANTO e fatto bene), tante cose a tenermi lontana dalla tastiera che riprendo in mano oggi come se avessi scritto l’ultima volta solo ieri, magari ricomincio…

 

Lasciarsi andare


Non pensare a niente se non alla fame che senti crescere e cui vorresti dar sfogo come non esistesse un domani…

images

Another night, another day, I’m moving lovin’ every beat that’s played.
Suddenly I’m out of place, distracted by an unfamiliar face.
You say “Come on over let me take control of you and of what we do”
Confused I make every word you say
Confused you got a ride inside my head
I’ve been poisoned by your eyes tonight
My pulse on overload I’ve gotta try
I can’t speak or think, I want you as mine
You made my heart beat in and out of time
[…]
Surrounding your hand on my face
I like your subtle touch and your slow pace
Sound of you with sound of me, this perfect loss is happening naturally
You say “Let me hold you, let me take control of you and of what we do”
I can feel your energy inside of me electricity explodes from our bodies
I’ve been poisoned by your eyes tonight my pulse on overload,
I’ve gotta try…
I can speak or think I want you as mine
You made my heart beat in and out of time

Chi fa da sè…


Ed è un po’ che faccio da me… ieri sera in modo particolare “mi sono piaciuta”, ma da applausi eh, mica mi capita spesso!

Comunque, la Passera è un po’ (tanto) incasinata ultimamente ed ha sempre meno tempo per sè stessa per una serie di motivi.

Detto questo mi domando, come mai tutte, ripeto, TUTTE le donne ed in particolare le lesbiche sono pazze? No dico, davvero, parliamone.

Non siamo MAI contente, chi dice di esserlo è una bugiarda oppure è ricca, bona, ama ed è amata (si, esattamente in ques’ordine).

Dite che sono cinica? Ci sta, fatto sta che più vado avanti, specie da single (o zitella che mi si addice di più) e più me ne convinco…

Sogni


lick_me____sweetheart_by_exhibit84

“Mi tremano le gambe al pensiero…”

“Si…? Bene ma non preoccuparti che le tengo ferme io…”

Ed un continuo divorarsi, con una voracità che sembra non voler cessare mai, cercarsi, trovarsi, ridere, riposare, ricominciare.

“No strings attached” come piace a me.

Il proverbio dice che chi si accontenta gode, qualcuno un giorno ha aggiunto “Si, ma chi gode non si accontenta mai.” e sono sempre stata più che d’accordo.

Ho smesso di acccontentarmi. Voglio tutto. E se non riesco ad averlo da una persona sola allora farò un collage.

Dreams, I have dreams, when I´m awake, when I´m asleep
And you, you are in my Dreams…
You´re underneath my skin, how am I so weak?
And now in my dreams
I can feel the way, I can just come clean
I keep it to myself!
I know what it means…
I can´t have you? Well I have dreams

How long can you hold your breath?
Can you count to ten? Can you let it pass?
To keep, can you keep it in?
Keep it behind lashes? Can you make it last?
And now, in my dreams I could feel the way
I can just come clean
I keep it to myself!
I know what it means…
I can´t have you? Well I have dreams

Oh I have dreams!
I have dreams!

Mind, can you read my mind?
Is it come undone? Am I showin’ signs?
And now in my dreams
I can feel the wait, I can just complete…
I keep it to myself!
I know what it means…
I can´t have you? Well I have dreams

I have dreams!
I have… I have… I have…
Dreams.

146372

Bye Bye Passera


Mentre suona “the way you look tonight”…

Ho pianto tanto in questo ultimo periodo, sono stata male da vomitare, forse ieri c’è stata la svolta defitiva, forse, da ieri, sono di nuovo libera. 

Non che prima non lo fossi, intendiamoci, semplicemente sono più libera.

Libera di giocare a viso aperto con chi voglio.

Libera di farmi male e di fare male.

Libera da Lei e da questi anni insieme cui non se ne aggiungeranno altri e io potrò, a breve lo so, pentirmi amaramente di quanto ho lasciato che accadesse.

La libertà ha un prezzo e ancora non mi ha presentato il conto, spero solo che, quando lo farà, io abbia già divorato altre passere per annegare il mio dolore e la mia frustrazione.

La Passera diventerà un po’ più cattiva ed egoista di quanto sia sempre stata, ma ce n’è del bisogno, altrimenti non ci cavo più le gambe e non ho più voglia di piangere, non ho più voglia di sentire i cocci del cuore appesantirmi il petto, non ho più voglia.

Ho voglia di rimettermi in gioco e giocare.

Ho voglia di sopire i ricordi e lasciarli in un angolo a prendere polvere e voglio fare in fretta, perchè non rimanga “una ferita aperta come N” come mi ha fatto giustamente notare la Passera Stilosa.

Riempio le mie giornate come posso, faccio cose, incontro gente, vado alle feste e a ballare, occasionalmente faccio del gran sesso e quello non guasta mai anche se –CAZZO- devo ricordarmi di spegnere la testa per farmelo piacere come una volta.

E allora si ricomincia e presto tornerò a scrivere qui con il sorriso, mi auguro, della Passera e di quanto mi piace.

Magari mai più


3849506459_67a4e47c7c

Si fa sempre l’amore, a volte con la a maiuscola a volte no… questo è ciò che ho scritto qualche tempo fa ed è quello che voglio ribadire qui oggi, perchè è rimasta una delle poche cose in cui ancora credo fermamente.

Fare l’amore è, per me, fare l’amore con tutto il corpo, mio e dell’altra persona è amare ogni centimetro di pelle, ogni sospiro, ogni piega nascosta, è dedicarmi con devozione religiosa e precisione ossessivo-compulsiva alla ricerca del modo migliore per dare piacere alla mia partner del momento.

E’ passione travolgente, inebriante, affamata e invitante.

E’ rimpiangere di avere una sola bocca, due sole mani, un solo corpo.

E’ cercare e lasciarsi cercare, è trovarsi e ritrovare.

E’ dispiacersi di dover andare “già” via anche se sono quasi 4 ore che si è insieme.

E’ il desiderio che non finisca più anche quando il corpo ti lancia messaggi forti e chiari che dicono “non ne posso più, dammi tregua!”

Rivestirsi e sentire prepotente la voglia ed il bisogno di strapparsi nuovamente i vestiti di dosso.

Pensare appena chiusa la porta dietro di sè a quando potrebbe risuccedere.

Sorridere pensando “magari mai più”.  Ma sorridere…

“E che gli dico? Guardi non posso…”


“io quando ho amato ho amato dentro gli occhi suoi, magari anche fra le sue braccia ma ho sempre pianto per la sua felicità…”

Passera nera, Passera triste, Passera affamata e lasciata a morire di fame.

Ho fatto un sogno ma non me lo ricordo, però mi sono svegliata con un certo languorino.

Accanto alla Passera un letto vuoto e di passera nemmeno l’ombra.

Passere giovani (troppo) per le mani, o meglio, per uozzàp, con mille domande e mille sassi lanciati nascondendo la mano, curiosità amene e dietrofront previsti, timori e paure, sfacciataggine celata da perbenismo facile.

Passera… passerà…?